Ricreare l'Eden sulla terra

Sono Emanuela Carla Marabini.

Ho un sogno che mi accompagna da anni e m’ispira ogni giorno: noi possiamo ricreare l’Eden sulla Terra. L’Eden come stato dell’Essere, che ognuno di noi ha la possibilità di ricreare dentro di sè ed emanare all’esterno affinchè, grazie ad una virtuosa reazione a catena, possa propagarsi velocemente e contribuire a costituire quella massa critica che ha il potenziale per rigenerare la Terra e trasformarla in un luogo di Amore e di Pace.

Nata in Italia, cittadina del mondo, sono la figlia primogenita di una coppia d’imprenditori che hanno lavorato insieme per oltre cinquant’anni e mi hanno trasmesso il valore dell’impegno, della verità e del rispetto per le persone.

Da sempre incuriosita da altre culture, cominciai a viaggiare da sola a 14 anni, inizialmente per perfezionare la conoscenza delle lingue straniere; poi divenne parte del mio quotidiano.

ASCOLTA L'AUDIO DI QUESTO TESTO by
  • ASCOLTA L'AUDIO DI QUESTO TESTO

Mio padre e mia madre, entrambi sostenitori della libertà, la propria e l’altrui, stimolarono noi tre figli a seguire le nostre inclinazioni e aspirazioni e a trovare la nostra strada fuori dall’azienda di famiglia. Fu così che una borsa di studio per giovani donne con grandi sogni mi aprì le porte al mondo del lavoro, inizialmente nell’Informatica e successivamente nel Marketing e Commerciale di grandi aziende.

Alimentata da un pizzico di giovanile sconsideratezza e dalla mia innata voglia di sperimentare il nuovo,  lasciai spesso il noto per l’ignoto e, grazie ad una serie di sincronicità fortunate, mi trovai sovente sul treno giusto, al momento giusto.

Sin dal principio della mia carriera aziendale, mi furono affidati progetti di start-up e riorganizzazione; a volte si trattava solo di idee abbozzate, a volte di matasse aggrovigliate; la mia risposta iniziale era sempre la stessa: “Va bene!”. Poi mi ci appassionavo e mi ci dedicavo con impegno, fino a quando la “creatura” del momento era strutturata a sufficienza per poter camminare da sola. Allora lasciavo la gestione e gli sviluppi futuri a qualche collega in gamba perché, guarda caso, mi arrivava sempre un nuovo progetto di cui occuparmi. Così, mentre avanzavo io, creavo opportunità di avanzamento anche ad altri; e questo mi ha sempre reso felice.

Sperimentarmi in contesti lavorativi e socio-culturali molto diversi tra loro mi permise di ampliare i miei orizzonti e mi portò a diventare dirigente d’azienda prima dei 40 anni, un bel riconoscimento (per una donna del secondo millennio).

Mentre, con una valigia in mano, facevo quello che (allora) credevo essere il lavoro più bello del mondo, nel 2005 co-fondai Adventour, tour operator on-line specializzato in viaggi su misura. Qualche anno dopo,  al culmine della mia luminosa carriera nelle multinazionali, per la quale avevo vissuto fino a quel momento, inebriata da un magico cocktail di amore, coraggio e fede (o, forse, era  solo la mia solita “giovanile sconsideratezza”), feci il mio salto nel vuoto e mollai tutto, trasformando la mia vita, per sempre.

Finalmente riuscii a dedicare più energia alla ricerca e agli studi che da anni mi appassionavano e, dopo aver preso anche la qualifica di Counselor Transpersonale, iniziai a mettere al servizio di altri le conoscenze, le  competenze e le comprensioni che avevo appreso e integrato nel corso del tempo.

Ho un approccio sistemico e una visione integrata dell’esistenza e considero la vita personale e lavorativa unite e complementari, all’interno di un contesto in cui sento che siamo tutti interconnessi.

Credo che la semplicità, la  leggerezza e la concretezza siano dei valori e li porto nella mia quotidianità e nel mio lavoro, insieme all’amore e alla verità.

Parlo quattro lingue e, fin da ragazzina, mi sono appassionata alla Comunicazione, che ritengo un potente strumento per evolverci, oltre che per relazionarci con gli altri. Oggi insegno ad utilizzarla in modo consapevole ed etico, oltre che semplice, moderno ed  efficace, adatto ad un periodo  dinamico e veloce come quello attuale, in cui spazio, tempo e strumenti si sono trasformati e, di conseguenza, le modalità valide fino a qualche anno prima necessitano di essere aggiornate, affinchè ognuno possa sentirsi coerente con se stesso e a proprio agio con gli altri e con il terzo millennio.

In qualità di Coach e Counselor (questo sì, davvero, il lavoro più bello del mondo!), accompagno i miei clienti – individui e gruppi – a far chiarezza dentro di sé, per riconoscere e mettere in luce il proprio valore, per scoprire e mettere a frutto i propri talenti e le proprie risorse, per prendere coscienza delle proprie aspirazioni, oltre che per definire e raggiungere i propri obiettivi, personali e lavorativi, affinchè ognuno possa portare armonia, gioia e prosperità dentro e attorno a sè, nella propria professione e nella propria vita privata.

X
X